Il modello ed il virtuale, antivirus.

Bo. 5.6.14
Il Modello ed il virtuale: antivirus.
Lo storico ha il dovere di mettere in relazione il presente con il passato, interrogando gli avvenimenti, non le televisioni che rappresentano solo la parte degli avvenimenti.
Gli storici Francesi ed Inglesi dispongono di uno sviluppo culturale libero fondato sulla comparazione delle esperienze, che ha permesso la definizione di un metodo storico improntato all'uso della scienza, come ricerca causale.
I termini che definiscono la realtà quotidiana, soprattutto quelli tecnici, oggi, hanno significati diversi dalla loro origine, che indicava una relazione specifica.
Oggi si usa molto il termine, Riforma, in politica e Modello nella cultura, con il preciso intento di stravolgere i loro significati.
Vediamo come:
1) Il Modello; matematico, Fisico e tecnico, definisce una serie di operazioni limitate, strettamente ad una specifica esperienza, o serie di esperienze.
Ne consegue che il "Modello" è un filtro con il quale vediamo e ragioniamo, sulla realtà PARZIALE che si conosce, con l'ambizione che essa sia parte fondamentale del tutto che non si conosce.
La contraddizione del "Modello scientifico" è quella di fare sempre uso di approssimazioni, che devono essere ridotte, senza mai raggiungere una esatta precisione, con margine di errore.
Nel " Modello scientifico" non esiste errore, ma solo approssimazione, e le due cose non coincidono, una contraddice l'altra, sulla base dei criteri matematici e logici per i quali: l'errore esiste sempre, in tutte le operazioni complesse e semplici, solo che a volte, nella realtà, anche se esiste, non ha importanza per l'uso commerciale che ne facciamo.
Il termine Riforma, oggi, per l'uso che ne fanno questi politici, significa un rifacimento limitato delle leggi in vigore, compresi alcuni articoli Costituzionali.
Con sufficienza inetta e mistificatrice le Riforme proposte appaiono un aggiustamento dello Status attuale, anche se Incostituzionali.
Se confrontiamo la nostra Costituzione con le altre Europee più avanzate, per l'organizzazione della Democrazia, ed i valori espressi direttamente, essa ci appare ambigua in diversi aspetti, quelli dei diritti e doveri, soprattutto quando entra il  ruolo della Libertà ed Uguaglianza, non morale o di dignità,ma della persona materiale.
Ecco disvelato il gioco mistificatore di Berlusconi-Renzi, che pensano ancora all'Italia, come alla popolazione manipolabile e malleabile economicamente, con le solite truffe dei rimaneggiamenti delle tasse, quando i Principi economici, tra Stato ed Imprese e Lavoratori, sono ancora quelli di Mussolini dello Stato Gerarchico, della Monarchia incapace ed inetta, che i clericali hanno voluto mantenere contro ogni volontà Europea delle Democrazie.
Ecco, comparire la nuova tecnica "virtuale", che sembra in potenza risolvere i problemi, con l'enfasi, l'arroganza saccente, la doppia faccia di Berlusconi, onnipotente e benefattore dei complici, che ormai si è dimostrata incapace in tutto in Italia, tranne l'abuso e la sottrazione di risorse agli abitanti dell'Italia.
Il " Virtuale" :indica ciò che potrebbe esistere, ma non esiste nella realtà, nell'informatica è la simulazione di una realtà "Modellata"; quindi falsa e mistificatrice, come l'occultamento di prove, la corruzione, la negazione della verità, che richiede prove false, come la proclamazione di Riforme che in realtà sono la restaurazione del misfatto precedente.
Il " Virtuale" descrive la realtà immaginata da alcuni per mezzo delle televisioni, salvo quando, l'avvenimento tragico, irrompe sulla scena, che viene citato  per caso, e dopo, sommerso da altre informazioni per cancellare o ridurre notevolmente il valore di quella notizia.
Ad esempio le 5 guerre civili nei paesi Arabi. Tunisia, Libia, Egitto, Siria ed Irak, con forti contrasti in Turchia; per non parlare della Somalia ed Eritrea.
Per " Virtuale" si definisce una mistificazione della realtà, costruita da informazioni manipolate, come ho dimostrato con i termini precedenti.
Ora e sempre--X  - Legio Democratica ---d'Europa.

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 76, 77 e 78 della Costituzione.