Dignità ed onestà,il Papa e Renzi.

Bo. 6.6. 14

Dignità ed onestà, il Papa e Renzi.

Quando si afferma che la politica e la religione sono due sistemi culturali ed organizzativi diversi, la cosa sembra chiara per principio e per affermazione, ma, quando andiamo a confrontare i discorsi dei politici con quelli religiosi, in Italia, la diversità  di Principio e delle regole  o Leggi scompare.
Vediamo il Papa che parla di Dignità; come Renzi, c'é da chiedersi cosa sia la Dignità, ed ecco una spiegazione universale, quindi non italiana solamente, anzi quella versione italiana è da vedere con attenzione.
Dignità significa: si riferisce al sentimento del considerare importante il proprio valore morale, la propria onorabilità, e la conservazione di essa.
La dignità per la Chiesa cristiano cattolica, deriva dal fatto che ogni uomo è il riflesso dell'immagine di Dio, svalutando in tal modo ogni altra cosa, e la natura.
Per natura l'uomo, ovvero la specie umana possiede qualità intrinseche che deve difendere, quindi difendere le qualità  della specie umana è equivalente di Dignità.
Paradossalmente significa non fare alcuna distinzione tra qualità positive e negative, cosa dogmatizzata dalla religione Cristiana della Chiesa Cattolica di Stato, che fa rientrare tutto nel difetto del "peccato" come errore sociale ed umano sulla base dell'immagine ideale di Dio.
La parola dignità abbonda sulle bocche dei nostri politici e del Papa, che tutela la dignità della famiglia, ma non l'onestà, questa è la contraddizione opposta tra la politica e la religione.
Il significato di onestà: dal latino honestas, comporta agire e comunicare in maniera sincera, leale e sincera in base a principi universali, definiti dal principio etico , o" morale" in senso riduttivo.
L'onestà, comporta, l'astenersi da azioni riprovevoli verso il mondo esterno, la società e la natura, come condizione assoluta e relativa.
L'onestà si contrappone a disvalori come l'ipocrisia, la menzogna ed il segreto; come corruzione, concussione e falsa testimonianza, all'inverso la cancellazione del falso come reato.
La dignità esula dalle Leggi e principi fondamentali della società, offrendo una idea astratta di superiorità in nome della quale, come dignità , ammette qualsiasi reato verso la società come stato inferiore dell'organizzazione sociale.
Negli altri paesi Europei, l'assegno familiare per figli a carico è superiore di almeno 5 volte quello italiano, ecco la diversità tra la dignità della famiglia da un punto di vista clericale,e l'onestà della Legge da un punto di vista sociale uguale per tutti.
Le parole di Renzi, come quelle del Papa Bergoglio , sono improntate ad una mistificazione dei proclami il cui fine è la difesa dello stato attuale delle cose, con l'uso della dignità come principio di autostima senza prove, materiali, ma legittimato dall'idea pregiudiziale, che siamo tutti immagine di Dio, solo i cristiani però, ricevono un trattamento particolare il perdono è garantito con la pena, che si può trasformare in sanzione economica.
Detto e fatto, ma cosa vuol dire onestà, in un contesto sociale drogato da idee illusorie, con proclami farneticanti come quelli di Renzi e Grillo?
L'onestà delle parole e dei fatti diventa per forza di esclusione, rivoluzionaria, di una sistema corrotto fondato sulla dignità ed immunità dei politici.
Negli altri paesi europei è l'opposto, cosa possano insegnare o contrapporre Renzi e Grillo, come il Papa, nessuno è in grado di dirlo, neppure i protagonisti che annegano nelle loro parole di autostima e referenza solo per sè stessi ,come Berlusconi, la cui ricchezza è dipesa dai clericali a cui deve obbedienza... perchè essere inferiore per dignità del denaro che è un mezzo e non il fine.
Negli altri Paesi è l'onestà del lavoro di tutti, al di sopra di ognuno.
Ora e sempre --X-- Legio .. Italica --d'Europa.

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 76, 77 e 78 della Costituzione.