Fronte moderato : non democratico.

Bo. 15.11.13

Fronte moderato : non democratico.

Le due facce del moderatismo clericale,cattolico cristiano,ed imprenditoriale statale, hanno due atteggiamenti specifici peculiari : il rifiuto del principio di Legge,come regole eguali per tutti,ed in secondo luogo il pregiudiziale disprezzo verso il lavoro libero ed il mercato regolatore.
Le due facce del moderatismo italiano derivano dalla convinzione che esista una superiorità della specie umana,donata da Dio.
Per quanto riguarda l'esistenza di Dio e la dimostrazione che esista un figlio  di Dio la cosa è contradditoria,in quanto ,se Dio ci ha creato allora siamo tutti figli di Dio ed eguali,pertanto non esiste un particolare figlio di Dio,ma particolari figli di Dio con dei talenti speciali;chiamati Profeti : Budda,Maometto Mosè ed altri,tra i quali anche Gesù Cristo.
La cosa è risaputa,ma non enfatizzata come fece l'Impero Romano in decadenza,trasformando una religione straniera,prevalente tra gli schiavi ,in uno strumento potente di difesa culturale e di "conservazione".
La specie umana è privilegiata rispetto alle altre specie animali per la capacità di razionalizzare l'istinto di sopravvivenza e dominare un piccolo territorio limitato.
Il pregiudizio della superiorità è un meccanismo di difesa delle proprie incapacità e non volontà a fare un lavoro razionale.
Il pregiudizio di superiorità è la faccia opposta ed inversa del libero arbitrio senza razionalità dimostrativa.
La Cancellieri,come Berlusconi possiedono entrambe queste due caratteristiche personali : sono le caratteristiche della cultura religiosa fedele alla parola della gerarchia superiore a prescindere dalla realtà e dalla razionalità della stessa.
Il pregiudizio di superiorità culturale e insito nella cultura fideistica e dogmatica,la quale rifiuta le Leggi che regolano la società razionale perchè superiore ad esse in quanto per averle create.
Il moderatismo è lo schema pregiudiziale derivato dall'idea astratta che gli esseri umani sono sempre eguali nei loro comportamenti sopraffatti dai bisogni elementari.
Quindi non ha importanza la razionalità dell'organizzazione sociale,ma la gerarchia sociale come potere risolutivo aprioristicamente definita ,che non necessita di dimostrazione,ma di fatto è il potente o ricco che fa e disfa le Leggi.
In parte è vero se si considera la volontà delle gerarchie,fondate sull'esecuzione dogmatica degli ordini,non professionale,nè tecnico -scientifica,ma pregiudizialmente legata ad interessi personali,che sono la base del pregiudizio.
Lo stesso si può dire delle organizzazioni vincolate tra loro da un interesse limitato e strumentale ai fini stessi dell'organizzazione ristretta e della sua sopravvivenza.
Il moderatismo è il fronte sul quale si regge l'impero di Berlusconi,sostenuto dai clericali religiosi,è la diga che gli ha consentito di assumere in Italia un ruolo dispotico ed autoritario,quindi irrazionale nel suo disfacimento delle regole e Leggi della Repubblica " Democratica" fondata sul principio Proporzionale,ma sproporzionato nella realtà per il numero dei Deputati che deriva dalla paura di Governare senza la competenza e l'Autorità necessaria e della Libertà di confronto.
Berlusconi rappresenta più di ogni altro l'incompetenza politica del paese,vincolato a criteri religiosi irrazionali nei principi e nelle regole personalistiche che pregiudizialmente si autodefiniscono superiori.
La ricchezza non dà a nessuno il diritto di sentirsi superiore solo per il fatto di essere diventato ricco,ma non da solo,né permette di ritenersi Libero dalle  Leggi della Natura,come fanno i moderati Italiani,anzi al di sopra delle Leggi della natura.
In questo caso il moderatismo italiano va contro anche alle leggi del lavoro di Dio,ma come si sà,colui che è moderato, non ha bisogno di alcuna dimostrazione che non sia la forza e la persuasione manipolata,come fa Casini,Letta,Alfano,Brunetta ed altri,la fila è lunga.
Il moderatismo è l'inettitudine degli sfaticati della razionalità del lavoro,sono i figli delle rendite di posizione,con ambizioni smodate ed assurde,paurose ed inette nell'esame dei problemi.
Questo è il moderatismo culturale italiano,figlio della cultura del potere temporale della religione,come soluzione sopra ogni legge eguale per tutti.
Diventa necessario ripristinare in Italia una legislazione razionale e naturale sulla base delle Leggi della natura,ed ogni Legge è eguale per tutti,senza eccezioni.
Il motto Romano rimane invariato : Dura Lex sed Lex.Perchè è la legge della sopravvivenza .
Ora e sempre . - X - Decima .- Legio - Italica d'Europa.

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 41- 42 e 43 della Costituzione.