La Repubblica e la Democrazia:i Principi.

Bo. 13.10.13
La Repubblica e la Democrazia : i Principi.

Che Scalfari e Cacciari parlino della qualità della democrazia in Europa è un paradosso della mistificazione,ovvero una proposta indecente priva di dignità,quando in Italia abbiamo il " Porcellum" come sistema elettorale di tipo "Repubblicano" ma non Democratico.
Tutti indistintamente arrivati ad una certa età  hanno il dovere ed il diritto di andare in Pensione,come i generali della prima guerra mondiale,che si sono ritirati dopo notevoli sconfitte.
Chi rifiuta la pensione per dovere,come Monti,Napolitano,Berlusconi,Scalfari  ed altri personaggi inconcludenti,ma conservatori,produce danni al paese.
Ora ;discutere sulla qualità della Democrazia in Europa significa discutere e definire i Principi di funzionamento eguali per tutti ed oggettivamente validi nella rappresentazione proporzionale dei problemi  e della geografia ad essi collegata.
I saggi Italiani,spesso sono dei saccenti italiani,che facendo leva sul diritto Romano si foggiano di meriti inesistenti,mentre dei meriti reali che in realtà l'Italia possiede nessuno vuole usarli per risolvere i problemi del nostro paese.
A che serve discutere dell'inadeguatezza Europea se non la si paragona con l'arretratezza pregiudiziale e dogmatica dell'Italia verso la Democrazia ed i suoi Principi fondamentali.
Il sostanziale pregiudizio italiano è quello contro  il Principio del Lavoro e della Libertà,indissociabili tra loro.
Il dogmatismo culturale italiano ha imprigionato la Costituzione Italiana del dopoguerra,complici l'ideologia socialista e comunista.
La prigione dogmatica,idealistica ed ideologica della Costituzione è nei suoi Principi di base della Democrazia.
La Costituzione italiana ,in modo retorico,rifiuta il concetto di oggettività della Democrazia,come base delle sue Leggi naturali ed oggettive ,il cui valore è il medesimo per tutti,indistintamente.
Con parole semplici e dirette : la Legge è eguale per tutti: definizione oggettiva inconfutabile e senza ambiguità,come il lavoro,la tecnica e la scienza.
La definizione della costituzione Italiana è ambigua ed ambivalente,non accetta il concetto di oggettività come primario e fondamentale,legge e regola della vita di tutti.
In secondo luogo il lavoro e la libertà sono considerati in Italia separati tra loro e non costitutiscono l'insieme di base.
Definire un insieme di base non è la stessa cosa che definire un concetto unico,anzi è proprio l'opposto,come definire una idea monolitica ed un insieme come pluralità di idee composte e diverse tra loro.
La razionalità matematica del 900 è lontana dalla cultura Italiana,ancorata per oltre mille anni alla cultura religiosa monolitica ed al Diritto Romano diventato in parte ecclesiastico.
La cultura religiosa del cattolicesimo si è impadronita,con la sua morale contradditoria,della società Italiana ,plagiandola nel suo potere temporale ed usando gli strumenti di una Democrazia rozza e rigida,nei suoi criteri e regole elettive per affermare i principi culturali religiosi in Politica.
Ciò che non è riuscito al potere temporale dei Papi,come potere assoluto,è riuscito alla Chiesa Cattolica Romana,come Stato assoluto del Vaticano,che ha imposto i criteri e le regole del Governo dell'Italia,contro il Comunismo,come dottrina ideologica,che plagia la realtà a suo uso e consumo,distorcendola,come dal versante opposto fà l'idealismo religioso,parziale e indefinito.
La risultante di questo connubio ed il suo prodotto,come corruzione delle istituzioni,che da oltre 20 anni non intervengono più nello sviluppo del paese,lo abbiamo di fronte,con il finale Berlusconiano che ha privatizzato qualsiasi manifestazione ed organizzazione pubblica,tranne quelle del volontariato.
Inutile farsi illusioni quando ci sono persone che,laicamente si credono portatori di verità e giustizia,come ideologi della politica come dottrina,non come razionalità democratica.
Scalfari,come altri ostacola il progresso del paese Italia,con la Morale,senza Etica del lavoro,altrimenti sarebbe pensionato e suggeritore se proprio ci tiene ,come educatore,ma non diretto protagonista antiquato e conservatore,come moderato di buone intenzioni.
Ora e sempre. - X Legio - Italica.

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 41- 42 e 43 della Costituzione.