Deficit pubblico:vero -falso.Europeo-Italiano.

Bo 14.10.13
Deficit pubblico : vero-falso. Europeo-Italiano.

Il nostro deficit pubblico continua ad aumentare e di conseguenza l'esigenza di aumentare le tasse.
Allora la domanda semplice è come si riduce il deficit pubblico;risposta semplice; tagliando gli sprechi ed i falsi lavori.
In modo meno generico significa cancellare le spese inutili derivate da false attribuzioni dei politici,ridurre il numero dei politici ,in Italia,che sono il doppio di quelli USA,dell'America di 350.000 milioni di abitanti.
Diventa sufficiente confrontarsi con le Democrazie moderne per comprendere come il concetto di  Governo del Paese Italia non sia Democratico,e neppure Repubblicano,ma gerarchico e dogmatico.
La cosa si presenta come assai grave per l'Europa che vive come noi una crisi di sviluppo culturale ed economico,dove anche per loro aumenta il deficit pubblico in misura minore.
Il deficit pubblico aumenta per tutti gli Stati ,in tutto il pianeta,i conti pubblici non sbagliano.
Esiste comunque un limite per tutti i paesi o Stati,come limite del Pianeta globale,tra risorse rinnovabili ed incrementi di popolazione e consumi.
Mentre ci stiamo avviando verso questo limite di rottura degli sprechi,dell'uso e del consumo scriteriato,senza rispettare le leggi della natura si fa strada la necessità di cambiare il modo di lavorare e dirigere un paese,o i paesi.
Lo sviluppo tecnico diventa la leva indispensabile per riaffermare un equilibrio tra natura e specie umana durata da centinaia di migliaia di anni.
L'Italia non è certamente il solo paese in grave difficoltà,ma l'Italia ,diversamnete dagli altri paesi ,afferma che la crisi non esiste,è falsa,e quando non lo dice a chiare lettere nega l'esistenza stessa della crisi o; più spesso,ne riduce la dimensione e la caratteristica,facendola diventare una semplice crisi economica dei conti pubblici,per i quali basta aumentare le tasse.
La gravità è appunto questa :la negazione della carattersitica principale della crisi planetaria e sociale,che in Italia diventa crisi dei conti pubblici.
Berlusconi è artefice di questo clima che i moderati cavalcano spregiudicatamente come le forze politche attuali vincolate da un ventennio di divisione o spartizione degli interessi privati con Berlusconi.
Se lo fa l'Italia ,la sua influenza è notevole sul piano culturale,perchè abbiamo la prerogativa di anticipare comportamenti poco seri e coerenti,come il periodo Fascista improntato alla grandezza dell'Italia arretrata per molti aspetti.
La cosa grave è dire una cosa falsa,sapendo di mentire,cioè consapevolmente,mentre oggi assistiamo alle menzogne costruite su altre menzogne,quindi inconsapevoli dei pericoli ai quali si andrà incontro.
Un persona che decide di andare a rubare,non una,ma più volte diventa un ladro,un politico che decide di mentire più volte,pensando di dire una cosa corretta,diventa uno stupido irrazionale,falso ed incapace.
Se a questo si aggiunge la scarsa memoria,cioè si dimentica quello che ha fatto dopo poco tempo ;allora la cosa si aggrava.
L'indulto è un esempio,come gli aumenti dei quali non si vuole parlare,tanto il meccanismo della società sembra reggere e il voto contrario nessuno lo raccoglie,perchè tutti impostano i problemi su di una base falsa: PdL,PD e Movimento 5S.
Il gioco dei politici ,sembra semplice,nascondere sotto il tappeto la polvere e fare finta di niente.
Tutti amministrano senza criteri pubblicamente discussi,senza criteri razionali di eliminazione degli sprechi ingenti di risorse,tra cui il primo è il numero dei politici,perchè l'organizzazione politica è diventata una organizzazione di vendita delle proposte pubblicitarie per mantenere lo status quo.
Anche questa è una illusione stupida e falsa,quando la realtà cambia radicalmente ed in modo sempre più veloce,come l'immigrazione o l'emigrazione da altri paesi.
Mentire ad un pubblico per educarlo a distinguere tra la menzogna e la realtà è la cosa più utile che si fa nella scuola,quando si svelano i dati reali delle cose,ma oggi in Italia si nascondono volutamente i dati ISTAT reali,aggravando per negligenza e stupidità la situazione.
Gli attuali dirigenti politici senza mandato alcuno,ma ordinati dalla gerarchia organizzativa del gruppo politico produce,non solo incompetenti,ma incapaci a distinguere tra la realtà e le formule politiche astratte e false,il tutto per mantenere dei privilegi iniqui che già in Europa ci hanno contestato.
La perdita del senso della realtà deriva anche dalla cultura del secolo precedente,sopratutto nella parte scientifica e matematica,dissociate tra loro ed incongruenti tra loro nelle applicazioni divenute così sofisticate da immaginare la realtà;definita virtuale,cioé non vera o reale.
Questa cultura deriva dal modello della Relatività ristretta e della Meccanica quantistica,solo in parte,ora è bene per tutti ripristinare il criterio scientifico che è uno solo:il criterio della comparazione:se esiste è comparabile con altre cose diverse,altrimenti non esiste,rimane una idea fine a sè stessa,ideale,ma non reale,così è la teoria della relatività nella sua accezione di Energia,che non è unica ed incomparabile,ma devono essere due per essere scientificamente reali,comparabili,una positiva ed una negativa,come sostenevano nell'800 i grandi scienziati della Fisica ed in parte diversi nel 900,non ascoltati , sottovalutati o sopravalutati,ma non rispettati nel loro lavoro imperfetto.
Sarebbe come negare che esiste il criterio del bene e del male,del positivo e negativo,del limitato insieme a quello assoluto,sarebbe come negare la realtà,cosa già accaduta con Tolomeo e il Geocentrismo.
Oggi accade con L'egocentrismo della specie umana che si ritiene superiore per le sue idee alla natura stessa dalla quale è stata creata:assurdo è il modello culturale e scientifico che trasforma la realtà in mostruosa virtualità.
Ora e sempre. - X Legio - Italica.

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 41- 42 e 43 della Costituzione.