Berlusconi : ladro dello Stato Italiano.

Bo.4.9.13


Berlusconi : ladro dello Stato Italiano.

Lo Stato Italiano è l'organizzazione sociale omogenea per cultura,tradizione e Storia, su di un terrotorio circoscritto.
Lo Stato Italiano è nato recentemente ed ha conosciuto diversi modalità,da Regno Repubblicano,a Dittatura e regime di Repubblica democratica ad elezione diretta.
Oggi lo Stato Italiano ,privato dell'elezione diretta ,a libera scelta del deputato,e trasformato nel Sistema Politico,con organizzazioni politiche che sono tali solo per il nome,ma di fatto sono imprese private di commercio della politica dell'informazione.
Lo dimostra il fatto che in 20 anni di governo nessun investimento è stato fatto per il paese,come per i rifiuti,e gli ingenti incentivi della comunità Europea sono stati usati per ingrassare i moderati senza ragione,o gli accoliti delle principali organizzazioni,PdL e PD.
Berlusconi ha trasformato la parte del sistema Politico in una azienda privata di Stato finalizzzata all'obiettivo di crescita dell'organizzazione stessa con la manipolazione dei cittadini per mezzo dell'informazione,il risultato,sono il sorgere di organizzazioni politiche private con unico obiettivo il proprio guadagno;vedi Bossi,Di Pietro,ed ultimo con lo sconto,Grillo il buffone grullo e cattivo,come Bossi con roma ladrona.
Il Paese Italia è quindi senza una base di principi e leggi comuni chiare a tutti e valide per tutti come dovrebbe essere per la comunità.
La nostra Costituzione non accoglie come valore fondante  e primario :la libertà associata al lavoro,per tutte le ideologie è un tabù pregiudiziale ed avversato in tutti i modi dagli intellettuali gerarchici,ed obbedienti all'autorità fine a sé stessa ed al suo riprodursi fino al tracollo ,come insegna la Storia.
La storia della Chiesa,con il suo potere temporale,ha imperversato sull'Italia da oltre mille anni,prima in un ruolo di difesa dei valori,dopo per esercizio del potere fine a sè stesso portando l'Italia ad essere un paese arretrato in diversi aspetti sociali e politici,come anche economici con i Monopoli,di Stato e Privati.
Il MOnopolio di Stato dell'informazione si è concentrato nelle mani di una sola persona delegittimando ,per assurdo,il sistema politico come fautore dell'informazione principale per il paese ed i cittadini/e.
L'obiettività come la finalità pubblica sono scomparse dal vocabolario sia politico che normale, delegittimando pure la scienza che è il lavoro oggettivo per eccellenza,come organizzazione razionale del senso comune,eguale per tutti e coerente con le osservaioni semplici e chiare in termini tecnici.
L'incentivo alla disgregazione deriva proprio da un concetto di scienza Fisica,che non ha nulla a che vedere con la scienza millenaria ed in generale delle varie branche.
La scienza Fisica con il suo modello Standard,Monolitico,ed assurdo perchè incoerente nelle sue teorie,diventa il dogma scientifico della più grande e potente organizzazione sociale e tecnica del mondo,che il popolo italiano ,con il rifiuto al nucleare ha sfidato.
Sono ha definire che il modello non solo è incoerente,ma antiscientifico nella sua base come unica ed incomparabile,quando la scienza è per principio fondata sul metodo della Comparazione,senza la quale non esiste la scienza razionale valida per tutti.
Il Modello standard è planetario,ma il metodo è antiscientifico e per logica incoerente ed anche nei fatti,perchè oltre la bomba atomica gli scienziati non hanno definito nulla chiusi nel loro delirio di onnipotenza;illusione monolitica assai pericolosa che il popolo italiano ha rifiutato.
Berlusconi ha delgittimato lo Stato Italiano,come comunità unita da Principi e Leggi eguali per tutti,ripristinando il diritto del più forte che si impadronisce dello Stato,ma non potendo, lo trasforma come sistema politico pubblico in sistema privato della politica e questo perchè a suo parere non esiste l'oggettività,eguale per tutti come criteri della natura con le sue Leggi.
In parte si è condizionati dalla cultura del presente ,pragmatico,cioè quello gia esistente,che non comprende l'innovazione tecnica,sono i realisti ,moderati o paurosi, o credenti nella gerarchia che accettano la realtà solo se essa diventa un utile per loro stessi.
La società moderna come quelle antiche non è cambiata nei criteri e principi,il saper fare determina lo sviluppo collettivo della Comunità,con obiettivi finalizzati al benessere di tutti non solo di un piccolo gruppo di persone con funzioni limitate.
Berlusconi ha disfatto lo Stato Italiano,fondato e controllato dalle ideologie ed ideali,come criteri di governo della società italiana,di base repubblicana ma non ancora democratica,trasformando il sistema Politico da Pubblico a Privato,prima governato secondo principi religiosi,oggi governato sulla base di interessi limitati e strumentali verso la Comunità italiana.
Il limite dell'esperienza di Berlusconi stà nella sua incapacità di governare,distribuendo soldi a pioggia,come l'IMU,ed abusando dello Stato Sociale,truffando la Comunità che per 20 anni è rimasta priva di investiemnti di base,distruggendo tutti i criteri oggettivi ed elevando sè stesso ed i suoi bisogni a valore assoluto,privo di regole o Leggi.
Berlusconi  ha sbagliato e sbaglia perciò deve pagare e la popolazione Italiana deve vincere la sfida contro una scienza Fisica antiscientifica e dogmatica ,che nega l'oggettività della realtà delle cose.
Ora e sempre .- X Legio - Italica.

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 76, 77 e 78 della Costituzione.