La malversazione Politica ed il PD.

Bo.27.8.13


La malversazione politica ed il PD.

Nella politica Italiana non esistono più criteri oggettivi per definire una Legge,quindi per definrla giusta o sbagliata.
La Tassa dell'IMU sualla prima casa imposta dal governicchio di Monti era necessaria solo per ovviare alla crisi di Bilancio dello Stato Italiano ridotto allo sfascio dalle sanguisughe berlusconiane,di cui la prima è la Santanché,e come tante altre lacché della politica,che Berlusconi,comportandosi come il re Sole ha fatto proliferare,consapevole o no.
La politica è diventata preda delle chiacchere senza senso,priva di Principi e Leggi fondamentali ,formulate in modo inequivocabile e senza eccezioni: truffatori,ladri e corrotti come corruttori , non sono ammessi a dirigere il Paese.
In Tutte le Democrazie esiste la Legge del Bene superiore della Comunità ;tutelata dall'esempio dei Deputati eletti per la loro etica del lavoro.
Il Partito Democratico,non dice e non afferma nessuna delle Leggi e Principi delle Democrazia occidentali amiche,cosa significa tutto questo,che partito è il PD?
Per 20 anni non si sono posti il problema seguendo le orme di Berlusconi con i decreti Legge o Truffa,ora sono affogati nelle loro stesse ambiguità,perchè il miraggio di vincere è accompagnato dalla paura di perdere.
L'altro comportamento è quello di subalternità dipendente del primato della forza ,come principio antidemocratico,al quale si affida anche il PD,chi vince decide le regole,e per 20 anni ha funzionato così,disfacendo l'Italia nella sua amministrazione pubblica come la corruzione,diventata  un esempio da seguire,come regola non scritta ma vigente.
Berlusconi ha sempre seguito questo criterio,e con i soldi dei cittadini che si è intascato ha dilapidato nella distribuzione a figure  senza politica ingenti somme pubbliche,ed utilizzando gli sgravi fiscali per le sue imprese.
Politiche di sviluppo non sono state proposte da nessuno dei due contendenti; PdL e PD,arroccati entrambi nella conservazione di privilegi e ruoli privi di valore.
Esempio,il ruolo dei sindacati nella definizione della cassa integrazione esiste se e solo se non vi è alcun amortizzatore sociale,generalmente valido come il reddito di cittadinanza proporzionale,che libererebbe dal ruolo di controllori e gestori delle crisi aziendali i sindacati in forma rigida e burocratica,i cui danni maggiori sono pagati dai lavoratori.
Il PD inoltre è inadempiente,o per incultura o per negligenza nella formulazione delle strategie di sviluppo,le quali sono da tempo accantonate per affrontare problemi di direzione personale conservatrice,ma non del senso morale di cui parlava Berlinguer,siccome ognuno di loro ha anteposto i propri interessi economici di organizzazione a quelli dello Stato Italiano e della Comunità di cittadini/e.
Difficile dare fiducia a coloro che si sono mostrati incapaci di affrontare politicamente i risultati politici delle ultime elezioni,dando solo qualche prova,minima ed indispensabile,per non far crollare il Paese.
Non vi sono propositi nel PD che facciano pensare a soluzione Democratiche,nel senso di principi della Democrazia,ai quali attenersi,e se qualcuno si rifiuta: il discredito infamante per la sua arretratezza verrà reso pubblico.
Il PD nella sua mancanza di strategia,chiare ed esplicita finisce per indebolire la situazione del paese,che nella situazione di grave crisi del Mediterraneo è un errore,ma Berlusconi non è in grado di comprendere che prima dei suoi interessi esistono quelli dalla sua Comunità,come condizione indispensabile degli stessi suoi interessi.
Se non ha capito perchè deve ritirarsi,ed i gravi errori che ha commesso allora l'Italia è davvero in grave crisi,non solo per Berlusconi,incapace,ma per una classe dirigente imprenditoriale che non capisce lo sviluppo globale caotico ed incoerente,come anche privo della direzione corretta,come Colombo se avesse navigato a vista,non sarebbe mai giunto in America.
Così è il PD ;il suo procedere a vista,con gli ammutinati del Movimento 5S ,finisce per diventare un disastro se si avvicina una bufera,figuriamoci se arriva un tornado di forza 5 ,come la crisi Araba.
Quindi le elezioni anticipate sono l'inizio e la fine di un periodo,siano fatte con il Porcellum o con la riforma ripristinando il principio e la legge Democratica di elezione diretta dimezzando i Politici,
Berlusconi è colpevole di esaltazione politica privatistica,come il PD lo ha fatto per la sua organizzazione;entrambi privi dei criteri e degli obiettivi.
Ora e sempre -X Legio .- Italica

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 76, 77 e 78 della Costituzione.