Italia = Berlusconi :colpevole sotto processo.

Bo.10.7.13



Italia = Berlusconi : colpevole sotto processo.

La giustizia delle regole internazionali è rigorosa e diventa intransigente quando si persiste in comportamenti devianti e pericolosi,come quelli assunti da Berlusconi e dal PdL,considerato non un partito ma il seguito dello stesso berlusconi,privo di capacità logiche interattive,perchè dipendente,come riflessi condizionati,da una figura prevaricante.
L'Italia è declassata ,quasi a livelli di povertà,ma Berlusconi dopo aver fatto l'IMU per mezzo  della controfigura Monti pretende di toglierla,come elemosina delle ulteriori tassazioni necessarie a mantenere un sistema politico che risucchia le ricchezze del paese sperperando ovunque.
Per gli altri paesi sviluppati i ragionamenti sono semplici,se sul piatto della bilancia vuoi togliere dei pesi da una parte ne devi togliere anche dall'altra per avere equilibrio.
Sarebbe a dire se tolgo l'IMU allora :adesso ed ora devo togliere il finanziamento pubblico ai partiti,con varie,immediatamente:per chi non sà fare i conti come Letta e Brunetta.
Tutto il mondo funziona sulla base matematica inequivocabile delle equazioni.
In Italia i politici sembrano e sono in gran parte diventati deficienti vivendo di rendita con i soldi pubblici.
In Europa e nel Mondo si stanno accorgendo della stupidità.pigra e pregiudiziale dell'Italia.
Berlusconi sul piano politico è responsabile insieme a Prodi,Dalema,Casini e Fini,come Di Pietro e Bossi di avere portato l'Italia alla rovina sulla base di una operazione politica assurda ed incompetente,la privatizzazione della Politica,quando di per sè la politica dello Stato è pubblica.
Berlusconi, con la sua entrata in politica per il collasso della DC per corruzione,ha portato gli uomini e donne della sua impresa dentro lo Stato,con l'obiettivo di liberalizzare lo Stato sociale pervasivo,quindi doveva adeguare il suo personale ad una formazione culturale politica ,pubblica.
Il risultato è opposto ha privatizzato lo stato dell'informazione diventato lui stesso e la sua impresa il secondo polo dell'informazione:equivale a due monopoli,altro che libertà e liberalità.il crollo del mercato.
Dal punto di vista personale ha oltraggiato in modo palese i luoghi della pubblica amministrazione,come dimostra il caso delle escort di Tarantini fornite nel palazzo romano della Stato italiano,quindi dei contribuenti.
Cosa ci abbiano visto politicamente in Berlusconi,se non un nuovo cesare,per osannarlo fino all'inverosimile,al punto che davvero per smania di potere nega l'esigenza di leggi e regole improntate alla giustizia economica della redistribuzione proporzionale,per consentire al mercato di funzionare come leva per lo sviluppo.
Berlusconi è colpevole due volte,con il suo seguito indecoroso per l'etica dell'Italia,che diventa valutazione economica diretta,cioè svalutazione,per costoro esite un solo ragionamento radicalista:bianco o nero;tutto o niente,sempre pasticci senza alcun criterio nel procedere,come l'IMU.una malversazione sui ceti lavoratori,che la CGIL ha difeso, ci pensi bene,per pregiudizio si diventa eguali al proprio avversario.
Chiunque fonda una azione sulla base pregiudiziale è razzista e prevaricatore della proporzionalità che tende ad una equa redistribuzione.
Costoro pensano che la truffa ai danni dei cittadini Italiani sia una cosa diversa dalla truffa verso sè stessi,l'Italia oggi vienne considerata inaffidabile per il fatto che la truffa politica è diventata legge,per mezzo dei Decreti di Legge = DDL = truffa.
Il rifiuto di confrontarsi con la realtà dei Principi e leggi proprie della Democrazia rende l'Italia un paese vulnerabile dal punto di vista economico, con il passare del tempo,se rimane inalterato l'insieme di principi Costituzionali e leggi.
Come ad esmpio l'abolizione delle Provincie sul Piano Costituzionale,che per diventare effettivo devono passare anni,senza sapere ancora come procede organizzativamente per non creare vuoti  di funzioni,mentre invece il personale politico,va dismesso e / o reintegrato in funzioni operative anche semplici se non hanno un mestiere o una professionalità.
Le complicazioni ci sono,ma nessuno ha le idee chiare,che significa lavorare correttamente.equivale a dire che il congresso del PD.come ora il rifiuto del PdL ad operare nelle camere per tre giorni diventa una farsa rispetto a problemi reali che non vengono coscientemente affrontati,come non li affronta Grillo che nella logica Bianco-nero li vuole spazzare via.
Voler fare i furbi ad ogni costo e fare gli stupidi ,significa assumere abitudini che fanno rimanere stupidi,non ci si meravigli se le sorprese sono amare,soprattutto da parte degli amici quando scoprono le malefatte di casa nostra,perchè i conti sono pubblici e non privati,nell'Europa,ma anche nel mondo.
Considerando che quelli non amici ne approfitteranno per indebolire l'Europa nelle sua posizione,avviando speculazione economiche strumentali.

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 76, 77 e 78 della Costituzione.