Decreti di Legge = Decreti della Truffa.

Bo , 23.7.13

Decreti di Legge = Decreti della Truffa.

Il Governo del fare è una definizione ipocrita e falsa,se con il fare si voleva dare delle risposte ai problemi sociali e di sviluppo del paese Italia,che sta affondando nella palude delle incapacità,da Berlusconi a Bersani,incapaci di fare il proprio dovere.
In effetti mi è stato insegnato che chi fa il proprio dovere ha la libertà ed il Diritto di esprimere correttamente qualsiasi considerazione sulla realtà esistente che si chiama anche critica se si misurano incoerenze ed inefficienza.
Tutti i Paesi Europei hanno problemi economici e sociali,ma nessuno ha problemi politici.
Perchè nessun giornalista in Italia fa delle comparazioni semplici;allora scopriamo che, tutti i fautori del falso liberismo vogliono parlare di problemi economici,senza parlare delle leggi di mercato,tutti vogliono parlare di politica delle persone,ma non dei fatti macroscopici del nostro paese e delle leggi come dei principi di una Democratica Repubblica.
Tutti parlano di sproloqui in televisione,perchè Berlusconi,come tutti gli altri leader passati sono irrazionali e pregiudiziali,arroganti ed egocentrici,non si confrontano con nessuno che non sia manipolato.
La cosa facile in Italia è manipolare il consenso,con illusioni di detassazione, e creare dei riflessi condizionati sulla crisi,con l'aspettativa fasulla che tra poco la superiamo,senza dimostrare nulla di fatto.
Il fare del governo è creare 800 emendamenti,dentro i quali vi è tutto ed il contrario di tutto che si deve fare,la capra ed i cavoli nello stesso recinto,la gioia dell'allevatore che non ha più nulla da mangiare se non la capra.
La pratica dei decreti è anticostituzionale per leggi e materie che urtano sempre le definizioni Costituzionali delle libertà e della coerenza.
I Decreti leggi con i loro emendamenti sarebbero quasi tutti da cancellare.
L'altro attegiamento assurdo,come la lega,che chi ha ingannato e si è appropriato indebitamente,con sotterfugi e deviazioni della ricchezza pubblica diventa un giudice di moralità,forse hanno fatto un decreto anche su questo.
Berlusconi è responsabile dall'incuria della situazione italiana e della perdità di affidabilità politica,perchè ha anteposto la propria figura a qualsiasi ruolo Istituzionale,cioè a rappresentare l'Italia e gli Italiani/e.
Bersani e tutto il seguito si sono adeguati,ricompensati oltre ogni limite di Stato.
La funzione dello Stato Italiano si è degradata ed è stata degradata dall'azione politica privatistica in linea di principio e per i decreti legge approvati senza criterio etico o di principio Democratico.
Lo sviluppo dipende non dai decreti ma dalle idee di sviluppo ed i progetti innovativi,di risparmio degli sprechi e di pulizia.
Le cose non sono difficili a dirsi genericamente,sono difficili a dirle correttamente in modo chiaro e semplice ed a farsi.
I Decreti non sono nulla di tutto ciò.
Mille garibaldini per un'Italia Democratica e libera.

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 41- 42 e 43 della Costituzione.