Berlusconi e l'inverso = Grillo.

Bo. 11.7.13



Berlusconi e l'inverso =  Grillo.

L'Italia è un paese straordinario sia in modo positivo che negativo,ma eantrambi della stessa pasta,quella antidemocratica; non anti PD,ma proprio antidemocrazia,come antitesi alle elzioni dirette dei Deputati.
Allora se ascoltiamo Grillo ,ieri,nelle sua farneticanti ed incoerenti sproloqui otteniamo una proposta sorprendente :irrazionale e anticostituzionale,come antidemocratica :sciogliere le camere e fare le elezioni subito con il porcellum:
La metamorfosi, di kafkiana memoria,  fa diventare  l'artista di nome Grillo ad arrivista del potere di nome Porcello laido.
Che Grillo e Casaleggio non fossero dei matematici si sapeva,ma che non sapessero neppura contare era difficile da prevedere un ritorno all'analfabetismo di questa portata
Non ci sono scuse: la proposta di elezioni anticipate,senza la riforma elettorale democratica e proporzionale che dimezza i parlamentari.è un suicidio per il paese, e questo Grillo lo sà.
Ogni pretesto diventa valido per suscitare malcontento,con il risultato che Grillo scredita il movimento e sè stesso.
I suoi sproloqui irrazionali e assoluti diventano il presupposto per azioni di forza improprie e coercitive nei confronti delle classi meno abbienti,cioè dei lavoratori.
Il PD è assente oltre la funzione di governo,esercitata personalmente da Letta che impone il silenzio,avendo già ambizioni smisurate e contradditorie.
La realtà non può essere ignorata oltre un certo limite,come il periodo precedente la seconda guerra mondiale,Hitler  riarmava tutta le germania,chissò perchè?
Oggi sappiamo che far finta di non vedere i disastri è catastrifico con il trascorrere del tempo.Berlusconi con il processo fissato al 30 luglio per rispettere il suo decreto di legge truffa DDL,incontra la repulsione dei suoi fedeli laici : dei soldi.
Solo Cicchitto pare differenziarsi per capacita logiche indipendenti dal concetto di fedeltà,ma attinenti al ruolo reale della Politica come razionalità dialettica.
Che Berlusconi si sia circondato di un buon numero di pedisssequi sostenitori è chiaro,ma non sono quelli che sviluppano il PdL;anzi pensano di ritornare a Forza Italia ,perchè la libertà è troppo difficile.
Grillo idem con il concetto di minimizzare i costi come se fosse una crisi dalla quale si esce facendo l'elemosina ad imprenditori ed artigiani e lavoratori con il reddito di cittadinanza uguale per tutti?
Grillo è quello che si propone di governare per far spendere meno senza cambiare una virgola del sistema corrotto attuale,ma solo riducando la corruzione: Grillo è diventato un laido Porcello politico,la trasmutazione berlusconiana è avvenuta  prima del previsto.
Sarà necessario osservare con attenzione i principi sui quali Grillo intende rinnovare il paese per salvarlo dalla corruzione e dalla catastrofe se continua.

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 76, 77 e 78 della Costituzione.