Letta e Berlusconi.

Bo. 19.6.13



Letta e Berlusconi.

Il convegno del G8 non produce nulla di fatto per fronteggiare la crisi economica,Europea e Mondiale.
Letta pare essere diventato l'incosciente berlusconiano per il quale gli impegni presi da Monti sono da garantire,anche aumentando le tasse oltre ogni misura.
La Dabbenaggine incosciente del pregiudizio di Letta oltrepassa ogni misura lecita,sembra che per costui i conti pubblici come il disavanzo pubblico,che è aumentato anche con le misure finte di Monti,non sia motivo di avviare uno sforzo collettivo considerevole per risanare il paese che stà precipitando nella contraddizione.
Si conosce la causa,ma non si vuole procedere,la si denuncia ,ma un momento dopo la si ignora,il gioco dei falsi politici si è fatto incoerente al punto tale che le menzogne diffuse non consentono loro di arrivare a modificare neppure il loro falso comportamento.
Sarebbe sufficiente ridurre drasticamente le strutture politiche da 4 a 3,e dimezzare il Parlamento ,trasferendo la camera dei Deputati a Milano;risanare la legge elettorale,con la proporzionalità diretta dei deputati eletti nominalmente e definire il codice politico democratico di lavoro del parlamento e dei parlamentari.
L'artefice dei comportamenti falsi ed illusori è ,da 20 anni, Berlusconi,con promesse e proposte piacevoli,propagandate pubblicamente e nelle sedi interne del Governo dismesse o accantonate.
L'illusione di piacere sempre è tramontata,ma diversamente dal periodo fascista,Berlusconi ha travasato la ricchezza del denaro pubblico nelle tasche delle organizzazioni politiche ed economiche di pochi,coloro che avevano capito che la privatizzazione della politica,non era democratica,ma consentiva di apparire come piacevoli autorità di ciò che era ed è giusto fare per il paese,ma che nessuno di loro ha mai fatto.
Berlusconi con il suo privatismo liberale ha dissecato il paese senza nulla concludere di sviluppo ;perchè ciò che ha prodotto è un arretramento dell'Italia,con la complicità degli Agnelli.Moratti e Tronchetti Provera,come dei Benetton;e l'ausilio del PD.
I maggiori uomini e famiglie di buona cultura e più ricchi del paese,che si sono globalizzati in fretta ,senza pensare che il loro paese va in rovina.
La rovina non è solo economica è del sistema natura,che non si sostiutisce come una azienda.
In fondo costoro,ricchi di seconda generazione non hanno idea del perchè in Italia sia sopravvissuto il monopolismo di Stato da un lato insieme con il monopolismo privato.
La radice politica.dei Cristiani,comunisti,liberali e fascisti,come ideologia è una sola la repubblica Romana,che non era Democratica,ma aristocratica e pregiudiziale.
Lo è ancora oggi,con la contraddizione che lo sviluppo della scienza non ha insegnato nulla,neppure un semplice ragionamento della libertà di mercato come artefice della libera concorrenza e sviluppo.
In Italia lo Stato non dirige perchè senza regole universalmente valide sopra tutti,lo Stato è diretto dai monopoli economici perchè i ricchi e colti,ma anche deficienti, hanno pensato che una piccola provincia del pianeta non eraa soggetta a leggi universali.
Narcisismo e pregiudizio,che Letta e Berlusconi mantengono in vigore,ma che se non cambia trascinerà l'intera Europa,come zona centro della civiltà,in una crisi assai più grave del previsto da costoro che continuano a fare finta che la crisi non sia grave e che possa passare con la speranza,senza affrontare i problemi e risolverli razionalmente in modo proporzionale.
Letta è millantatore di un credito che l'Italia non ha nella realtà,ma gli viene concesso per non far precipitare l'Europa,nella fiducia dei paesi amici che l'Italia riesca ad affrontare i problemi,che anche gli altri vedono,ma che per educazione non si intromettono con loro giudizi.
La finzione non è infinita è a termine che lo voglia Letta o no,così pure Berlusconi e le banche:sappiano che non esiste futuro senza produzione reale di manufatti e quelli cinesi ed indiani non sono sempre affidabili né la tecnica riduttiva è sufficiente.
Le poche famiglie che dirigono l'Italia o sono miopi o deficienti razionalmente e per esperienza,perchè prive di quelle leggi generali ed universali che applicate alla società si chiama Democrazia,di fatto la base dello sviluppo per tutti i paesi più sviluppati dell'Europa.
Questo governo farsa ha le ore contate se persegue l'urgenza senza guardare a cosa è urgente per il Paese Italia:come non vedere che Berlusconi è diventato un fuorilegge per la comunità Europea ed i suoi interventi sono stati fino ad ora disastrosi,dietro la maschera dell'elemosina della tassa dell'Imu,imposta da Monti,chiesta da Berlusconi prima in privato come aumento delle tasse...tra poco il vaso è pieno,per quei deputati e consiglieri che in due anni prendono la pensione e lavoratori dopo 30 ai quali viene negata pure la sussistenza.
Cosa ha fatto un deputato per due anni da meritare una pensione..nulla,è il premio fedeltà alla discriminazione della Democrazia,questo è il pregiudizio Italiano.

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 76, 77 e 78 della Costituzione.