La crisi Democratica.

bo  17.11.12

La crisi:

Non esiste sul Pianeta uno Stato che non sia di fronte ad una crisi economica senza precedenti,è crisi del paradigma tecnico scientifico di sviluppo.
La crisi  è crisi di consumi scriteriati,inutili,dannosi,di spreco,è la crisi della bella vita incosciente,inutile,vanesia e falsa come lo può essere solo quella di una ricchezza di rendita di posizione,improduttiva;ma è anche crisi del Paradigma scientifico,è la crisi del modello di Einstein,è la crisi di quel principio, che se non definisce la legge dell'energia e rimane solo principio di Equivalenza è inutile fine a sè stesso.
La crisi di principi definiti oggettivi che tali non sono,sui quali si basava un concetto ed una rappresentazione della Democrazia.
La crisi di quei principi che ci hanno dato la bomba atomica di fissione nucleare.
La crisi di quelle formule complicate fondate sulla probabilità,ovvero su ciò che ognuno liberamente poteva prevedere.è la crisi del valore assoluto di libertà,perchè non esiste sul pianeta una libertà che non sia limitata.è la crisi della formula di Einstein,che tanto scalpore fece nel 900:  E =  m . c (2) al quadrato,valida in linea di principio ma non nella realtà: facile sostituirla.
Diventa crisi razionale se non ci si attiene al rispetto delle leggi di Natura.
Le leggi di natura sono equivalenti alle leggi della Democrazia.
1) La legge di proporzionalità:  a) in Democrazia il rapporto tra eletti ed elettori.
                                               b) in Natura il rapporto tra le masse e le forze: elettrone-protone.
2) La legge degli Opposti ;       a) IN Democrazia LO schieramento Repubblicano e quello Democratico
                                                b) in Natura :la terza legge della meccanica classica.
3 ) La legge di conservazione del moto: a) in Democrazia gli investimenti per lo sviluppo.
                                                           b)  in natura il sistema inerziale  (Demo-Repubblicano)
4) La legge di conservazione della massa: a) in Democrazia la rappresentazione dei nuovi immigrati
                                                               b)  in Natura  le nuove esigenze dello spostamento di masse.
5) La legge di conservazione dell'equilibrio: a) In Democrazia è lo sviluppo ripartito e distribuito.
                                                                  b) in Natura è la base del sistema:

La base del sistema naturale è l'equilibrio tra forze e masse,cosi appare anche nella democrazia.
Oggi non è stato ancora formulato il Principio di Equilibrio,in Fisica della natura,ma esso è oggettivo ed è stato stabilito da Rutheford nel 1911 con il suo esperimento;
l'elettrone ruota intorno al protone.
Si evince da questa relazione provata sperimentalmente e mai disconosciuta il ;
Principio di equilibrio della natura di un sistema Gravitazionale-inerziale.

Dichiaro pertanto che sulla base del Principio di equilibrio della natura fondato sulla proporzionalità diretta delle forze e delle masse;simultaneamente intese,la possibilità di aprire una nuova fase della scienza Fisica,quindi pertanto indirettamente anche della Democrazia.

Post popolari in questo blog

Gli Art. 35, 36, 37, 38 della Costituzione.

Gli Art. 29- 30 - 31 della Costituzione.

Gli Art. 41- 42 e 43 della Costituzione.